Array
 

Nota bene

Crescita del Prodotto interno lordo polacco nel I trimestre 2014 +3,3%. Dati della Banca Nazionale  polacca.

 

Nota bene

Nel ranking 2013 stilato dalla Camera di industria e commercio  polacco-tedesca,  la Polonia é  risultata essere il Paese dell`Europa centro-orientale più attrattivo per gli investimenti stranieri.

Nota bene

Stima di crescita del PIL polacco per l`anno 2015: +3,5%.  Stima di crescita PIL Italiano per l`anno 2015: + 1,1 %. Dati OCSE e Banca mondiale.

 

 

Nell’ambito del diritto societario le tipologie di società che possiamo costituire per iniziare il vostro business in Polonia sono del tutto simili a queste italiane:Idea_societa_in_Polonia

 

Società di capitali:

  • sp. z O.O. corrispondente alla s.r.l. – sia unipersonale che con più soci.
  • S.A. – corrispondente alla  S.P.A.
  • S.a.p.a. Società in accomandita per azioni

Società di persone:

  • Società civile 
  • S.n.c. Società in nome collettivo (pol. spółka jawna) 
  • S.a.s. Società in accomandita semplice
  • Associazione in partecipazione (pol. Spółka partnerska)

  

La grande riforma del Codice delle Società Commerciali è stata portata a termine dell'anno 2000, ma tutte le leggi relative all società sono tenuti da allora costantemente aggiornate, perchè il codice commerciale rimanga al passo con le direttive ed i regolamenti europei. 

 

Residenza delle persone giuridiche costituite al'estero: il consiglio di amministrazione.

Il dilemma più ricorrente degli investitori italiani in Polonia è il timore che la loro società venga tassata anche in Italia per i redditi prodotti sulla Vistola. Questa paura è generata dalla lettura dell'articolo 73 del Testo Unico imposte sui redditi, ove tra gli altri viene detto che, salvo prova contraria, si considerano residenti in Italia le società residenti all'estero, il cui consiglio di amministrazione è composto in maggioranza da residenti in Italia. 

La più recente giurisprudenza italiana (cfr ex multis CTP Verona 327/2014, CTP Roma 1694/2014) è chiara nel ridimensionare tale principio, ribadendo che, in una dimensione comunitaria,  si è in presenza di un fenomeno di esterovestizione fittizio, solo nel caso di una "costruzione meramente artificiosa", ma non quando si è in presenza di un o stabilimento effettivo e concreto nel Paese di costituzione.

L'imprenditore che volesse dunque costiture realmente una società in Polonia, potrà esserne l'amministratore, senza che questo venga considerato un abuso da parte dell'Agenzia delle entrate italiana, a patto che la società in Polonia non sia una mera scatola vuota.

 

 
 
 
 
 

Joomla Templates by Joomla51.com